Bush, gli imprenditori, l’Italia e i sogni

Leggendo il blog di Maurizio Goetz ho scoperto una cosa che mi era sfuggita: che quando George W. Bush è venuto in visita in Italia qualche settimana fa ha voluto incontrare gli imprenditori italiani. Ma non quelli delle grandi società, quelli piccoli, i “nuovi volti”. E questa (accoppiata se vogliamo con l’incontro che Al Gore ha avuto a Roma con i blogger), è già una notizia positiva.

All’incontro era presente anche Marco Palombi, uno dei fondatori di Splinder che, oltre alle considerazioni che ha postato sul suo blog, ha anche detto qualcosa di interessante al Presidente. Ed ha avuto la sorpresa di ritrovarsele scritte nientepopodimeno che sul sito della Casa Bianca.

In tutti questi post ci sono cose interessanti da leggere. Riporto solo un breve passaggio delle parole con cui Palombi descrive a Bush la situazione dell’Italia, così come l’ho trovato sul “mitico” whitehouse.gov (la traduzione è mia):

” Questo paese ha bisogno di modelli, perchè oggi come oggi i modelli in Italia sono calciatori e veline. E un ragazzo che si laurea in un’Università o finisce gli studi non pensa di poter creare il proprio sogno. Se lo chiede ad un’italiano, il 30% degli italiani pensa di poter realizzare il proprio sogno, mentre in America la pensa così il 70%. L’altro 70% degl italiani pensa che lo stato o qualcun’altro debba aiutarli a realizzare i propri sogni”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: