Pelle d’oca alta un dito

Un amico, uno di quelli veri, ha fatto riaffiorare dalla mia memoria la clip qui sotto, presa come sempre da YouTube.
Era il 3 febbraio 2002. A New Orleans si stava giocando il Superbowl forse più blindato di sempre, meno di cinque mesi dopo il tragico 11 settembre. Durante l’intervallo suonano gli U2. Improvvisamente…

Ricordo chiaramente cosa stavo provando quella notte davanti al televisore. La pelle d’oca alta il classico dito. La commozione. Le parole della canzone che mi uscivano dalla bocca, sottovoce, per non svegliare nessuno. Un’emozione fortissima. Il pensiero che tornava alle scene di 5 mesi prima, evocate da quel momento ma mai mostrate. L’illusione e la speranza che forse le cose potevano veramente cambiare.

Forse una cosa così poteva avere come sottofondo solo una canzone degli U2…

Rispondi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: